Visualizzazioni totali

CERCA NEL BLOG


FANS PAGE FACEBOOK

FANS PAGE FACEBOOK


GIOIA LOMASTI FANPAGE

giovedì 25 gennaio 2018

“Feminas”, arte dedicata alle donne

ARTE ES VIDA
di
Patrizia Pitzianti
“Feminas”, ovvero “donne”. Donne che sognano, donne emarginate, donne che soffrono, che subiscono violenza, che cercano il loro posto nel mondo. È con questo spirito che l'artista Patrizia Pitzianti ha realizzato le opere della omonima esposizione, che prenderà il via a partire dal 26 di gennaio in una delle location più belle e suggestive di Tempio, la vecchia stazione ferroviaria, a poca distanza dal tribunale e l'ospedale. L'inaugurazione della mostra avverrà alle 18:30 della suddetta data. “Le mie 'Feminas'” - racconta l'artista - “dipinte nel corso di questi ultimi anni, hanno una loro storia, un loro significato, che cerco di trasmettere attraverso i colori forti, le posizioni dei loro corpi, le espressioni dei loro visi, per trasmettere la loro forza, ma anche la loro fragilità di fronte alle vicissitudini della vita. Sono contenta di poter esporre le mie opere alla vecchia stazione; è un luogo che mi ha sempre affascinato e al quale mi sento molto legata”. Patrizia Pitzianti, origini a metà tra Calangianus e La Maddalena, trascorre l'infanzia e l'adolescenza a Varese, prima di tornare al paese originario di suo padre poco meno che maggiorenne. Da autodidatta si dedica alla pittura fin dalla più tenera infanzia, studiando e ispirandosi ai capolavori di artisti come Frida Kahlo, Egon Schiele e Georgia O'Keeffe. Artista versatile, ama sperimentare diverse tecniche e diversi stili di pittura, senza disdegnare di tanto in tanto una digressione verso altre forme d'arte, come la danza, passione che ha accompagnato la sua vita di tanto quanto quella per la pittura. La durata dell'esposizione dovrebbe essere di circa un mese, verrà comunicata in corso d'opera la data ultima per poter visitare la mostra.

martedì 9 gennaio 2018

Si presenta la raccolta di poesie "Sabbia" di Bernardo Lancia

INFO ORDINI
È opera di poesia sublime, che con l'incanto delle sue rime e dei suoi versi ci fa riflettere sul senso della vita, sugli affetti più cari, sulla fragilità dell'essere umano. 
(Dalla prefazione di Claudio Ciceroni)

SABBIA raccolta poetica di Bernardo Lancia
Prefazione Claudio Ciceroni. In copertina: Impronte (foto di Luca Lancia)
Genere:  Poesia 978-88-99361-91-4 | pp. 48 | dicembre 2017 



Bernardo Lancia, autore romano cinquantaduenne, dopo aver conseguito la maturità classica si è laureato in giurisprudenza.
Ha esercitato per circa quindici anni la professione di avvocato ed è attualmente dipendente dell’Università degli Studi di Perugia.
Vive a Bastia Umbra, è sposato con Rita ed ha un figlio, Luca.
Ha sempre coltivato la passione di comporre poesie e, con la presente raccolta, pubblica la sua opera prima. Sempre per i tipi della Leonida Edizioni è di prossima uscita la sua seconda silloge, intitolata "Memoria". 

Non siamo una testata giornalistica. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. L’amministratore del blog declina ogni responsabilità per gli articoli proposti da altri autori o per i commenti aggiunti agli articoli stessi. Eventuali contenuti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, o in violazione delle leggi sulla privacy, non sono da attribuirsi all’amministratore del sito, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Qualora fossero presenti contenuti che ricadono nei casi descritti lo si comunichi all'amministratore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.

info@vetrinadelleemozioni.com